Vitigni Autoctoni

Vitigni Autoctoni

Vitigni Autoctoni

Vitigni Autoctoni: sono sempre di più le piccole realtà che cercano di produrre vini autoctoni con caratteristiche organolettiche originali e inedite, in grado di sorprendere chi voglia degustarli. Per molto tempo, infatti, le industrie si sono concentrate sui vini della tradizione, molti di fama internazionale, prospettando un guadagno sicuro tramite tecniche di vinificazione ben conosciute.

Al contrario, oggi si è alla ricerca di nuovi sapori, estrapolati da uve di vitigni poco conosciuti, caratteristici di zone molto limitate, con grappoli di colori e forme peculiari o rare. Ciò conferisce al vino caratteristiche uniche, estremamente connesse al territorio di origine, che sarebbero modificate se lo stesso vitigno venisse esportato: è il vino autoctono.

Vitigni Autoctoni Italiani

La nostra penisola vanta circa 350 vitigni autoctoni, da cui si ricavano altrettanti tipi di uva. Invece, da uno stesso grappolo possono essere ricavati molteplici vini, che differiscono l’uno dall’altro per le loro particolarità, ottenute tramite tempistiche e processi di lavorazione differenti. Ciò fa i modo che ogni regione italiana possieda una lunga lista di vitigni autoctoni e relativi vini, sempre in numero maggiore per l’impiego di piccoli e grandi imprenditori, che vogliono dar voce alla loro realtà unica.

Il patrimonio italiano di vini autoctoni è reso superiore rispetto a quello degli altri Paesi sopratutto per la preziosa biodiversità che il nostro territorio conserva. Terroir diversi, con ampie varietà di climi e composizione del suolo e altitudini differenti in ogni regione conferiscono al grappolo proprietà singolari, riflesse nel prodotto finito. Inoltre, quest’ultime vengono esaltate dalle scelte dei nostri vignaioli, poiché molti preferiscono utilizzare tecniche di vinificazioni tradizionali piuttosto che conformarsi a quelle internazionali, legando indissolubilmente il prodotto al territorio: così nasce un vino autoctono. Anche per questo, risulta complicato individuare uno specifico vino che rappresenti l’Italia nel mondo, in quanto il valore e la quantità dei prodotti sul mercato sono altissimi.

Alcune delle varietà dei vitigni autoctoni italiani sono molto conosciute, altre meno. Fra tutte queste spiccano i vini di produzione Veneta e del Friuli ti consigliamo…